Prossimi eventi
Nessun evento in programmazione

La svendita della Mattonaia è il vero atto ostile

 

La svendita della Mattonaia 
è il vero atto ostile verso la città di Pisa
 
mattoniverdedopo.jpg

“La Mattonaia deve restare pubblica ed essere utilizzata per la pubblica utilità, il comune deve rispettare la funzione sociale per la quale è stata costruita, dopo averla lasciata colpevolmente in abbandono per decenni”. E’ questa la richiesta del Municipio dei Beni Comuni che lo scorso ottobre, per oltre un mese, ha riaperto al quartiere e alla cittadinanza uno spazio meraviglioso, raccogliendo grande consenso tra gli abitanti della zona.
 
Quella esperienza ha dimostrato che quando gli spazi sono vissuti dalle persone e dai loro bisogni, vengono sottratti non solo all'incuria ma soprattutto alle logiche che creano la solitudine dell'insicurezza.
 

Leggi tutto...
 

Il teatro dell’impossibile

L’alternativa, se ce n’è una, emergerà dai luoghi e dalle persone che hanno resistito all’impulso egemonico di capitalismo invece che farsene cooptare

Vogliono mettere fine all’autogestione del Teatro Valle occupato. Ci sarebbe anche la data, 31 luglio. Ma a causa dei modi oscuri,

valle

 bizzarri e confusi con cui il Comune di Roma affronta in questi ultimi giorni la vicenda occorre usare il condizionale (leggi scheda in coda). In ogni caso è evidente, dicono al Valle, bisogna attrezzarsi per fermare la notte, evitare lo sgombero, cercare fino allo sfinimento di aprire dialoghi, immaginare percorsi diversi, lanciare appelli, far rimbalzare il passaparola “passiamo in questi giorni al Valle”.

Ma in casi come questi il primo rischio è di sottovalutare quello che realmente è successo finora: tre anni sull’orlo dell’impossibilità, nei quali lavoratori dello spettacolo e cittadini si sono ostinati a mettere ogni giorno sottosopra l’idea tradizionale di cultura, il modo di gestire un teatro e di relazionarsi con le istituzioni. Tre anni che hanno nutrito in molti modi migliaia di persone di età e sensibilità diverse e che nessuno sgombero, questo è certo, potrà mai cancellare. In realtà, nessuno è in grado di dire quali forme assumerà il vento di cambiamento che, con o senza sgombero, continuerà a soffiare da questo rione di Roma. E questo per il potere è un problema. 

leggi tutto su comune.info 

 

Valle Occupato, arriva l'ultimatum

Ieri l'incontro tra la Fondazione Teatro Valle Bene Comune e le istituzioni culturali e politiche della città, che hanno manifestato chiaramente la volontà di arrivare allo sgombero. Gli occupanti hanno convocato per oggi alle ore 12 una conferenza stampa e alle ore 18 un'assemblea pubblica.

Il comunicato della Fondazione Teatro Valle Bene Comune redatto al termine dell'incontro:

Oggi, al Teatro Argentina, la Fondazione Teatro Valle Bene Comune è stata convocata dal Teatro di Roma nelle figure del suo presidente Marino Sinibaldi e del direttore artistico Antonio Calbi, alla presenza del Presidente della Commissione Cultura, Michela Di Biase, e del neo Assessore alla Cultura di Roma, Giovanna Marinelli.

Abbiamo accolto l’invito – che auspicavamo dal 18 settembre 2013, giorno della costituzione della Fondazione – con assoluta disponibilità ad aprire un dialogo fondato sul confronto partecipato e a uscire dallo stato di illegalità in cui ancora versa la Fondazione Teatro Valle Bene Comune.

 

Leggi tutto...
 

Guybuba - I rifugiati sono arrivati

Canzone autobiografica di Guybuba, migrante ciadiano arrivato in Italia nel 2011. 
 

Nuovo tentativo di Svendita della Mattonaia

Lunedì 28 Luglio si  discute una variazione di bilancio in cui verrà ridotto ulteriormente il valore della Mattonaia e preparato un nuovo bando per la svendita dell'immobile. 
Venerdì 25 luglio, Unione Inquilini, Progetto Rebeldia, e Una città in comune e altre realtà del Municipio dei Beni Comuni hanno fatto una conferenza stampa per denunciare questa operazione del Comune di Pisa. 

Di seguito alcuni articoli usciti sulla stampa locale.

Mattonaia in svendita: in cambio lavori pubblici e 1 milione di euro - See more at: http://www.paginaq.it/2014/07/25/mattonaia-svendita-cambio-lavori-pubblici-milione-euro/#sthash.hTXmIhr1.dpuf

 

Mattonaia, un nuovo bando per la vendita

http://iltirreno.gelocal.it/pisa/cronaca/2014/07/26/news/mattonaia-un-nuovo-bando-per-la-vendita-1.9655617

 

 

Leggi tutto...
 

Bloccata da PD e Forza Italia mozione su Gaza, un'offesa alla pace.

stopbombinggaza.jpg

Nel pomeriggio di giovedì 24 luglio 2014, in presenza di membri delle associazioni pisane che lavorano per pace e diritti umani in Palestina, il Consiglio Comunale votava la mozione “Cessate il fuoco”, non approvata né respinta (11 voti a favore e 11 contrari). Poche ore prima, l'esercito israeliano aveva bombardato a Gaza una scuola dell'agenzia ONU per i rifugiati, in cui avevano trovato riparo centinaia di civili, provocando la morte di 17 persone, tra cui vari bambini e un neonato, e il ferimento di oltre 200. Indignate le reazioni degli alti funzionari ONU, i quali hanno comunicato che “precise coordinate del rifugio dell’UNRWA a Beit Hanoun erano state formalmente comunicate all’esercito israeliano” e che “nel corso della giornata, l’UNRWA ha provato a coordinare con l’esercito israeliano una finestra per la fuga dei civili, ma non è mai stata concessa”. Ma era già la terza volta in tre giorni che Israele attaccava i rifugi dell'ONU, dopo aver bombardato ospedali e infrastrutture civili per la potabilizzazione dell'acqua e per le forniture di energia elettrica, oltre ad abitazioni civili. Si tratta di gravi crimini di guerra, pur senza negare che il lancio di razzi di Hamas sia atto di terrorismo. Si giudichi purtroppo la pericolosità delle due parti dal bilancio complessivo: oltre 800 vittime palestinesi, di cui l'81% civili, e 34 isrealiani di cui 2 civili. A Gaza, anche circa 5000 feriti e oltre 140.000 sfollati, in pessime condizioni umanitarie.

 
Leggi tutto...
 

Raccolta Fondi per Luoghi Comuni

Gli spazi culturali occupati si raccontano in video
excolorpropcollettiva.jpg

Il Municipio dei Beni Comuni partecipa alla raccolta fondi per l'autoproduzione del video documentario.

Potete prenotare la vostra prevendita scrivendo a Indirizzo e-mail protetto dal bots spam , deve abilitare Javascript per vederlo o direttamente a qualcuno di noi durante le nostre iniziative.

 La cosa migliore è fare donazioni come associazioni o gruppi e sopratutto in questi ultima settimana di raccolta fondi, fare circolare il più possibile l'informazione


Oppure fate direttamente la donazione tramite il sito https://www.indiegogo.com/projects/luoghi-comuni-gli-spazi-culturali-occupati-si-raccontano-in-video 

Leggi tutto...
 

Barbiere

Barbiere - di Stefano Caruso e Daniele Milano

Pubblichiamo questo video di produzione indipendente, girato al Distretto 42 nei primi giorni della liberazione dell'ex caserma dall'incuria.

 

 

Troppi ostacoli per l’accesso agli stranieri dei servizi del diritto allo studio

Sinistra Per e Africa Insieme:
“Troppi ostacoli per l’accesso agli stranieri dei servizi del diritto allo studio”

”Il percorso degli studenti stranieri, comunitari e non, all’università di Pisa, nonostante siano in numero crescente da anni, continua a essere irto di ostacoli anche insormontabili”. Lo denunciano in una nota congiunta l’organizzazione studentesca Sinistra Per e l’associazione Africa insieme segnalando che ”è diventato particolarmente difficile per gli studenti non comunitari accedere ai benefici del Dsu (borse di studio, posti letto in alloggi studenteschi e altro)”. 
Leggi tutto...
 

Il Lago che combatte

leggi l'articolo su comune.info Il lago è un sogno che si avvera http://comune-info.net/2014/07/lago-sogno-si-avvera/
 

Se toccano ZAM toccano tutti. E non è certo una frase fatta. 

sgomberozam.jpg
Oggi in piena estate a pochi giorni dall’anniversario di Genova 2001, a Milano si sgombera lo ZAM.
Un’altra storia che non finirà con un'azione di polizia, perché quanto di immortale costituisce uno spazio sociale sono le idee che non possono che portarci a liberare nuovi spazi, dall’abbandono, a proteggerli dalla speculazione, a restituirli alla cittadinanza,


Complici e solidali con lo ZAM
 

Progetto Rebeldia

per aggiornamenti http://milanoinmovimento.com/primo-piano/zam-sgombero-in-corso-foto-e-video 
 

Tortura di Stato. In ricordo di Genova

attenzione causa maltempo l'iniziativa è spostata a Palazzo Ricci - aula multimediale 

Lunedì 21 luglio
ore 19:30 Apericena Marocchina
ore 21 dibattito
presso palazzo Ricci

 Tortura di Stato. In ricordo di Genova

stoptorture.jpg
 
ne parliamo con:

Adriano Prosperi - storico

Checchino Antonini - giornalista di PopOff / attivista di Acad (Associazione contro gli abusi in divisa)

Chiara Marigliano - redazione di Sherwood / laureanda con una tesi sul reato di tortura

Modera: Alberto Zoratti - Ex Portavoce del Genoa Social Forum / Municipio dei Beni Comuni
 

Nella serata di lunedì 21 luglio, alle ore 21 presso il giardino della Biblioteca di Storia e Filosofia, il Progetto Rebeldia organizzerà un dibattito dal titolo “Tortura di Stato. In ricordo di Genova 2001”, per ricordare la dura repressione che si scagliò contro i movimenti sociali e per riflettere sulla tortura come dispositivo politico di repressione del consenso e della partecipazione politica pubblica. Gli ospiti che si confronteranno su questo tema saranno lo storico Adriano Prosperi, Checchino Antonini, giornalista di PopOff e attivista di ACAD (Associazione contro gli abusi in divisa), e Chiara Marigliano, laureanda con una tesi sul reato di tortura della redazione di Sherwood.

 

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Pross. > Fine >>

Risultati 1 - 12 di 949
Joomla SEF URLs by Artio